Ultrà napoletano investì e uccise interista, l’accusa: “Omicidio volontario, pena va aumentata”

Ultrà napoletano investì e uccise interista, l’accusa: “Omicidio volontario, pena va aumentata”

I pm Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri, infatti, in primo grado avevano chiesto 16 anni per Manduca


MILANO/NAPOLI – La Procura di Milano ha fatto ricorso in appello affinché la condanna a 4 anni per omicidio stradale di Fabio Manduca, l’ultrà napoletano arrestato nel 2019 per aver travolto e ucciso con il proprio suv il tifoso del Varese Daniele Belardinelli (nella foto), venga riqualificata in omicidio volontario e, quindi, per lui venga pure aumentata la pena.

I pm Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri, infatti, in primo grado avevano chiesto 16 anni per Manduca che, per l’accusa, travolse Belardinelli, morto negli scontri del 26 dicembre 2018 poco lontano dallo stadio Meazza di San Siro, prima della partita tra Inter e Napoli.