Vaccini in base al Pil, De Luca attacca la Moratti: ” Siamo ad un passo dalle barbarie”

Vaccini in base al Pil, De Luca attacca la Moratti: ” Siamo ad un passo dalle barbarie”

“La signora Moratti è persona intelligente e civile. Mi auguro che voglia chiarire che si è trattato di un’affermazione non meditata”, ha dichiarato De Luca


ITALIA – De Luca risponde alla proposta di Letizia Moratti quella della distribuzione di vaccini legata al Pil delle diverse regioni.

La risposta di De Luca è stata al seguente: “Leggo con sconcerto  le affermazioni della signora Moratti a sostegno di una distribuzione di vaccini legata al Pil delle diverse regioni. Si fa fatica a credere che si possa subordinare l’uguale diritto alla vita di tutti, a dati economici. Si direbbe che siamo a un passo dalla barbarie. La signora Moratti è persona intelligente e civile. Mi auguro che voglia chiarire che si è trattato di un’affermazione non meditata, che non risponde alle sue convinzioni”.

Non si è fatta attendere la risposta del ministro Speranza, sui social network, ha dichiarato: “Tutti hanno diritto al vaccino indipendentemente dalla ricchezza del territorio in cui vivono. In Italia la salute è un bene pubblico fondamentale garantito dalla Costituzione. Non un privilegio di chi ha di più

LA RICHIESTA DI LETIZIA MORATTI

Letizia Moratti ha chiesto in una lettera al commissario Arcuri che tra i parametri sulla cui base vengono distribuiti i vaccini tra le Regioni italiane venga inserito anche il Pil. Contributo che le Regioni danno al Pil, mobilità, densità abitativa e zone più colpite dal virus: questi i quattro parametri richiesti dalla Moratti, secondo quando filtra dalla riunione dell’assessore con i capigruppo di maggioranza e opposizione.

“La vicepresidente Moratti sulla distribuzione dei vaccini ha chiesto una serie di integrazioni che mi sembrano estremamente coerenti e logiche e ascolteremo cosa ne pensa Arcuri”, ha spiegato il presidente della Regione Attilio Fontana in conferenza stampa.