Vergogna nel napoletano: parroco preso a pugni in Chiesa mentre dà la comunione

Vergogna nel napoletano: parroco preso a pugni in Chiesa mentre dà la comunione

L’individuo, un uomo sui 30 anni, non è stato ancora individuato dalle forze dell’ordine


SAN GIORGIO A CREMANO – La comunità cattolica di San Giorgio a Cremano è stata sconvolta da un episodio di violenza avvenuto domenica 17 gennaio. Durante la messa celebrata nella chiesa di San Giorgio martire in Piazza Municipio, nell’atto della distribuzione della comunione, il parroco Don Nino è stato aggredito da un individuo sui 30 anni che l’ha colpito con un pugno al volto.

“Una violenza del tutto gratuita ed insensata, generata da motivi futili. Questa persona all’invito di Don Nino a prendere con le proprie mani l’ostia della comunione, con le nuove disposizioni anti-covid non può essere più il prete ad imboccare i fedeli, ha dato di matto e ha colpito il parroco con un pugno. Don Nino è una persona anziana ed ora è molto spaventato anche perché l’altra mattina ha subito una nuova aggressione verbale. I carabinieri sono sulle tracce di questo individuo, ci auguriamo che al più presto venga individuato”, ha detto il consigliere di Europa Verde, Francesco Borrelli.

“Non ho mai visto una cosa del genere, è vergognoso.  Quando si ha bisogno, Don Nino è sempre disponibile e tutti gli chiedono qualcosa, ora che lui ha bisogno di solidarietà lo hanno abbandonato, per questo abbiamo organizzato una fiaccolata per mercoledì 20 gennaio alle 17 in Piazza Municipio. Bisogna dare risonanza a questa storia, per dare sostegno a Don Nino e per chiedere la fine di questa insensata violenza “- ha raccontato il cittadino e fedele Francesco Oliviero, intervenuto in diretta telefonica a “La Radiazza” per raccontare l’assurda vicenda.