Afragola, trovato morto nel parcheggio del centro commerciale: ipotesi suicidio

Afragola, trovato morto nel parcheggio del centro commerciale: ipotesi suicidio

E’ quanto emerge dall’analisi delle telecamere di videosorveglianza. Il 49enne avrebbe preso un caffè e comprato della benzina prima di darsi fuoco


AFRAGOLA – Si sarebbe suicidato Andrea Baldi, il 49enne trovato morto nel parcheggio del centro commerciale “Le Porte di Napoli”, ad Afragola. L’uomo era imprenditore nel settore dell’ottica e dirigente della Frattese calcio. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, che hanno visionato le telecamere di videosorveglianza della zona, poco dopo le sei di ieri mattina, si era fermato all’interno del bar che si trova all’interno del distributore di carburanti  a ridosso del centro commerciale. Ha bevuto un caffè e poi ha acquistato della benzina che ha messo in una bottiglia.  Dopo è rientrato nella sua  auto, una Jeep Renegade, e si è diretto verso il parcheggio del centro commerciale. Si è cosparso di benzina e si è dato fuoco. Così è morto in pochi minuti.

La mancanza di ossigeno nell’abitacolo della Jeep ha  fatto spegnere le fiamme automaticamente. L’autopsia sul corpo dell’uomo, disposta dalla Procura di Napoli Nord, stabilirà se Andrea Baldi avesse assunto dei medicinali che lo avrebbero stordito prima di un gesto autolesionista molto violento.

Da qualche tempo, Baldi aveva un problema di salute alla schiena che lo costringeva ad usare le stampelle. Questo, probabilmente, lo aveva reso nervoso e depresso, o aveva forse acuito un malessere di cui l’uomo già soffriva, al punto tale da togliersi la vita.