Blitz antidroga della Polizia tra Napoli e Salerno: 45 arresti

Blitz antidroga della Polizia tra Napoli e Salerno: 45 arresti

Per non farsi scoprire, i soggetti, durante le conversazioni telefoniche intercettate, adoperavano sempre un linguaggio criptico


NAPOLI – Vasta operazione antidroga “interprovinciale” della Squadra Mobile di Salerno che, coadiuvata dagli agenti di altre Questura, tra cui quella di Napoli, ha sgominato alcuni gruppi di trafficanti e spacciatori in grado di rifornire costantemente le piazze di spaccio di Salerno e dei comuni vicini. Complessivamente sono 45 le persone indagate dalla DDA.

Con l’aiuto dei Reparti Prevenzione Crimine, delle unità cinofili e con il supporto aereo di un elicottero della Polizia di Stato, le misure cautelari emesse dal gip sono state notificate ai destinatari accusati, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Durante l’operazione Chef “Crack – Ko” gli agenti, durante le perquisizioni, hanno anche scoperto quantità di hashish, una pistola a tamburo e 700mila euro in contanti, probabile provento dell’attività illecita. Gli investigatori hanno identificato i capi dei gruppi criminali nelle persone di Luca Franceschelli e Fabio Salzano e ricostruita l’intera filiera del traffico di stupefacenti, a partire dai pusher fino ad arrivare ai rifornitori della droga. Per non farsi scoprire, – è emerso – i soggetti, durante le conversazioni telefoniche intercettate, adoperavano sempre un linguaggio criptico, senza mai citare il reale oggetto dei loro colloqui. Tra gli arrestati figurano anche tre donne: Giovanna Liguori, residente a Battipaglia e le salernitane Teodora Pace e Silvia Pappalardo.