Campania, tenta il gesto estremo sui binari ma doveva essere ai domiciliari: arrestato

Campania, tenta il gesto estremo sui binari ma doveva essere ai domiciliari: arrestato

I residenti in zona, richiamati dalle urla dell’uomo, hanno avvertito i Carabinieri


CASERTA/SAN TAMMARO – Salvato dal suicidio ma non dalle manette. La bravata di  Armando Fava, 42 anni, originario di San Tammaro, è costato l’arresto ed il trasporto in carcere.

L’uomo è stato rintracciato in via Vivaldi a Caserta, nei pressi del rione Acquaviva, poco dopo le 2 di questa notte. Fava si trovava nei pressi dei binari del passaggio a livello e le sue azioni, probabilmente dettate da scarsa lucidità e da uno stato di alterazione psicofisica, facevano temere addirittura un gesto estremo. Richiamati dalle urla i residenti hanno deciso di contattare le forze dell’ordine: sul posto è giunta prontamente una pattuglia dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile.

I carabinieri lo hanno tratto in salvo e identificato: dal controllo è emerso però che il 42enne doveva essere agli arresti domiciliari nella sua abitazione a San Tammaro, in provincia di Caserta. Così è scattato il fermo per evasione dagli arresti domiciliari in attesa della direttissima prevista in queste ore.