Coronavirus, nuovo decreto in arrivo: stop agli spostamenti fra Regioni, le scelte di Draghi

Coronavirus, nuovo decreto in arrivo: stop agli spostamenti fra Regioni, le scelte di Draghi

Attese per oggi le decisioni ufficiali


NAZIONALE – E’ in arrivo il primo decreto del nuovo Presidente del Consiglio Mario Draghi. I provvedimenti di apertura e chiusura delle attività saranno stabiliti e comunicati almeno una settimana prima dell’entrata in vigore, dopo averli concordati con Regioni e Parlamento. Inoltre, le misure per affrontare la situazione sanitaria in Italia dovranno affiancarsi a quelle per il ristoro economico del paese.

Sarebbe questa la strategia che Draghi vorrebbe attuare per cercare di non soltanto combattere la pandemia, ma anche far fronte alla crisi finanziaria causata dalla situazione che ci troviamo ad affrontare.

L’Italia continuerà ad essere divisa per fasce di colore, ma i parametri per stabilire il livello di rischio potrebbero essere modificati. Si allargheranno, invece, le zone rosse nel caso verrebbero registrati nuovi focolai causati dalle varianti del virus.

Il Consiglio dei ministri ha approvato, inoltre, la proroga del divieto di spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo e anche la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni. Stop agli spostamenti in zona rossa anche verso abitazioni private.

Resterebbe, però, nelle zone gialle e arancioni la possibilità, una sola volta al giorno, di spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22.

Nel prossimo decreto sono attese anche nuove regole operative dal 6 marzo. “Ci muoveremo in sintonia con gli altri Paesi”, ha assicurato il premier Draghi ai ministri incontrati dopo il G7.