Covid Campania, posti letto sulla linea di rischio: De Luca convoca i manager Asl

Covid Campania, posti letto sulla linea di rischio: De Luca convoca i manager Asl

Coscioni, consigliere per la Sanità del presidente De Luca, fa sapere: “Ci riuniamo ogni giorno per analizzare i dati relativi ai tassi di occupazione ospedalieri per sorvegliare da vicino la diffusione del virus”


CAMPANIA – Preoccupa l’aumento dei casi positivi in Campania e De Luca convoca i manager Asl. Risultato del monitoraggio delle ultime settimane e proprio per questo anche i posti letto iniziano ad essere “sorvegliati speciali”. Enrico Coscioni, consigliere per la Sanità del presidente De Luca, fa sapere: “Come unità di crisi teniamo accesi i riflettori. Ci riuniamo ogni giorno per analizzare i dati relativi ai tassi di occupazione ospedalieri per sorvegliare da vicino la diffusione del virus. Si teme, come in altre regioni, l’esplosione di una terza ondata”

In Campania la pressione sia avverte soprattutto nell’area metropolitana di Napoli e nelle province di Avellino e Salerno. L’aumento dei ricoveri, come riportato da il Mattino, si registra nei grandi plessi come il Cardarelli, l’Ospedale del Mare e il Ruggi. “L’obiettivo – conclude Coscioni – è garantire la tenuta ospedaliera in una fase delicata in cui è in corso la campagna vaccinale. Nelle aree interne la situazione è decisamente più tranquilla ma effettuare i trasferimenti da una provincia all’altra è sempre problematico. Siamo valutando come ampliare l’attuale capienza dei centri Covid ma la loro funzionalità richiede sempre personale difficile da reperire senza chiudere nulla. Se dovesse essere necessario e se saremo costretti siamo pronti a ripercorrere a ritroso tutte le azioni già messe in campo nei mesi scorsi, compresa l’attivazione dei posti letto delle strutture accreditate che speriamo non servano. Anche per le chiusure e le restrizioni ogni volta che sarà necessario cercheremo di attuarle laddove possibile in maniera chirurgica”.