Covid, contagi in aumento: scatta il lockdown in una Regione del Nord

Covid, contagi in aumento: scatta il lockdown in una Regione del Nord

La decisione necessaria per bloccare la curva epidemiologica in costante risalita


ALTO ADIGE – I contagi sono in aumento. L’unica soluzione è tornare al lockdown. Lo ha deciso la giunta provinciale dell’Alto Adige. La nuova misura scatterà da lunedì 8 febbraio.

Si ritorna, quindi, al passato. Negozi chiusi, didattica a distanza nelle scuole e divieto di spostamento dai Comuni. Una decisione necessaria a bloccare la curva dei contagi Covid.

Per tre settimane, quindi, nuove, vecchie regole: divieto di spostamento dal proprio Comune di residenza, se non per motivi di lavoro, di salute o di urgente necessità, bar, ristoranti e strutture ricettive dell’ambito turistico chiusi.

Restano aperte aziende produttive e artigianali potranno lavorare, con la necessità di tamponi per dipendenti e collaboratori.

Un ulteriore duro colpo all’economia locale, soprattutto in riferimento ai gestori degli impianti sciistici che speravano, grazie al via libera dal Cts in riferimento alla zona gialla, di poter riaprire. Dad per medie e superiori, lezioni in presenza per le scuole materne.