Covid in Campania, De Luca preoccupato per i contagi nelle scuole: rischio nuova chiusura

Covid in Campania, De Luca preoccupato per i contagi nelle scuole: rischio nuova chiusura

Le foto degli assembramenti in strada da parte di giovani durante lo scorso weekend non sono passate inosservate al presidente che ha deciso di intervenire disponendo nuove regole


CAMPANIA – Il governatore Vincenzo De Luca è preoccupato per l’impennata dei contagi tra gli studenti e teme che l’indice RT possa salire ancora portando la regione di nuovo in zona arancione. Per questo motivo, si è ipotizzata una nuova stretta che prevede il ritorno alla didattica a distanza.

Le foto degli assembramenti in strada e nelle piazze da parte di giovani e meno giovani durante lo scorso weekend non sono passate inosservate al presidente, che avrebbe chiesto all’Unità di Crisi di intervenire disponendo nuove regole: sarebbe già a lavoro per un’ordinanza a prova di Tar. Un provvedimento in gravo di evitare i numerosi ricorsi da parte dei sostenitori della didattica in presenza.

Purtroppo i dati forniti dall’Asl  Napoli 1 e Napoli 2 Nord, nel vesuviano e nel giuglianese, continuano a mostrare un aumento del numero dei positivi, si crede per questo che la stretta possa arrivare già domani, fermando prima di tutto le scuole superiori, poi le medie e infine le elementari.

L’obiettivo è quello di portare l’indice dei contagi sotto il 5% come era a dicembre, per questo le restrizioni potrebbero durare un paio di settimane, per poi consentire il rientro di classe dopo classe ed evitare, quindi, la riapertura in blocco. Intanto sono già in agguato i comitati dei genitori e dei “No-DAD”.