Festeggia la fine della quarantena facendo esplodere una batteria di fuochi d’artificio: denunciato

Festeggia la fine della quarantena facendo esplodere una batteria di fuochi d’artificio: denunciato

Sanzioni anche per soggetti che detenevano arnesi atti allo scasso


NAPOLI / SCAMPIA – Ieri sera gli agenti del Commissariato Posillipo, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in via Francesco Petrarca hanno notato un uomo che stava facendo esplodere una “batteria” di fuochi d’artificio per festeggiare la fine della quarantena domiciliare a cui era stato sottoposto a causa del Covid-19. A.M., 57enne napoletano, è stato denunciato per accensioni ed esplosioni pericolose.

A Scampia stanotte, invece, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Roma Verso Scampia hanno controllato un’auto con a bordo 3 uomini trovandone uno in possesso di 2 coltelli multiuso, uno dei quali occultato in un borsello. I poliziotti, inoltre, hanno rinvenuto nell’autovettura 2 catalizzatori visibilmente  segati, un flessibile con disco circolare a diamante, un crick in aggiunta a quello in dotazione del veicolo, diverse chiavi inglesi, 3 torce e una chiave tubolare esagonale.

P.T., B.T. e A.D.A., napoletani di 35, 40 e 45 anni con precedenti di polizia, sono stati denunciati per ricettazione e P.T. e A.D.A. anche per possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli;  infine A.D.A. è stato denunciato anche per porto di armi od oggetti atti ad offendere.