Licola, auto abbandonata in mare: identificato il responsabile, voleva testare il suv sulla battigia

Licola, auto abbandonata in mare: identificato il responsabile, voleva testare il suv sulla battigia

Il soggetto dovrà ora rispondere del reato di occupazione di suolo, oltre che pagare una multa di 6mila euro


GIUGLIANO/POZZUOLI – Risaliva a ieri la curiosa segnalazione giunta via social dalla zona di Licola mare. Un’automobile di colore grigio era stata ritrovata in acqua all’interno del canale dell’alveo. Il video era stato pubblicato sulla pagina Facebook di Umberto Mercurio, presidente dell’associazione “Licola mare pulito”, ad aveva presto fatto il giro del web.

Ebbene a distanza di circa 24 ore dal ritrovamento giungono dalla capitaneria di Porto di Pozzuoli ulteriori aggiornamenti in merito all’intricata vicenda: il responsabile è stato identificato. È dell’hinterland del napoletano, ma non è di Pozzuoli, né di Giugliano. Le indagini sono in corso e sono congiunte dalla ps di Pozzuoli e dalla capitaneria di Porto per le diverse competenze. Al soggetto, che verrà ascoltato nelle prossime ore, verrà contestato il reato di occupazione di suolo, mentre è già stato sanzionato per violazioni al codice della strada con 6mila euro di multa. Dalle informazioni attuali sembra che l’uomo volesse provare il suv (una Kia Sorento del 2003) sulla battigia, per poi perderne il controllo ed abbandonarla una volta finita in mare.

Clicca per guardare il video