Nuovo Dpcm, al vaglio la divisione in colori: ipotesi zona arancione in tutta Italia dal 25 febbraio

Nuovo Dpcm, al vaglio la divisione in colori: ipotesi zona arancione in tutta Italia dal 25 febbraio

Tutti chiedono un cambio d’approccio, per evitare “continue aperture e chiusure che disorientano i cittadini e penalizzano i titolari delle attività”


ITALIA – Continuano le discussioni all’interno degli ambienti governativi per stabilire il contenuto del prossimo Dpcm, il primo di Mario Draghi: la data chiave sarà il 25 febbraio, quando scadrà il divieto di spostamento tra le Regioni e si dovrà decidere se prorogarlo con un nuovo provvedimento oppure consentire la libera circolazione in tutto il Paese. Nel frattempo, come riportato dal Corriere, il messaggio che arriva dalle Regioni è già esplicito: modificare il sistema di divisione per fasce.

Nelle prossime ore quella che per ora è solo un’ipotesi potrebbe trasformarsi in un documento da sottoporre allo stesso presidente del Consiglio e ai ministri della Salute Roberto Speranza e degli Affari Regionali Mariastella Gelmini. Le proposte sono diverse, ma quella prevalente, sostenuta tra gli altri dal ministro Speranza, vede l’Italia in fascia arancione per qualche settimana in modo da arginare le varianti. Tutti chiedono un cambio d’approccio, per evitare «continue aperture e chiusure che disorientano i cittadini e penalizzano i titolari delle attività».

Il bollettino diramato ieri dal Ministero della Salute ha rappresentato un vero e proprio monito, con un Rt nazionale in salita da ben tre settimane e un aumento dei casi (15.500 nuovi positivi e 353 morti) oltre che un aumento dei ricoveri in terapia intensiva (+14). Oltre le Regioni poste in zona arancione, come Campania, Emilia e Molise, sono quelle rimaste in fascia gialla – soprattutto Lombardia e Lazio – a dare timore per gli assembramenti del fine settimana. Ecco allora l’invito dell’Istituto superiore di sanità a «limitare al massimo gli spostamenti».

Ebbene è stato il presidente della conferenza delle Regioni e governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini a convocare per le 17 di oggi i governatori. L’ordine del giorno è stabilito: «Valutazione dell’attuale sistema di regole per la gestione e il contenimento della pandemia in vista dell’adozione del prossimo Dpcm». Staremo a vedere, dunque, quali saranno le nuove decisioni.