Omesso versamento al Consorzio: 13 sindaci della Campania a processo

Omesso versamento al Consorzio: 13 sindaci della Campania a processo

Quei mancati pagamenti avrebbero impedito all’Ente che gestiva lo smaltimento dei rifiuti di pagare il debito erariale


SALERNO – Mancati pagamenti dei comuni per i servizi del Consorzio di Bacino Salerno 1. Tredici persone, tra sindaci in carica ed ex cittadini, vanno a processo per omesso versamento di ritenute certificate e dell’Iva. Sullo sfondo l’inchiesta condotta dal sostituto procuratore Davide Palmieri, dopo un accertamento svolto dalla guardia di finanza. Tra gli imputati ci sono Marco Galdi, ex sindaco di Cava de’ Tirreni, Francesco Gismondi, sindaco di Calvanico, Giovanni Romano, ex sindaco di Mercato San Severino, Carmine Citro, ex sindaco di Pellezzano, Sabatino Tenore, ex sindaco di Siano, Francesco Longanella, ex sindaco di Castel San Giorgio, Manlio Torquato, primo cittadino di Nocera Inferiore, Salvatore Bottone, ex sindaco di Pagani, Andrea Pascarelli, ex sindaco di Roccapiemonte, Nunzio Carpentieri, sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino, Cosimo Annunziata, ex sindaco di San Marzano sul Sarno, Pietro Pentangelo, primo cittadino di Corbara e l’ex sindaco di Nocera Superiore, Gaetano Montalbano.

Quei mancati pagamenti avrebbero impedito all’Ente che gestiva lo smaltimento dei rifiuti di pagare il debito erariale. Nell’indagine è coinvolto anche Fabio Siani, quale commissario liquidatore del Consorzio di Bacino Salerno 1, per il quale la Procura procede separatamente. Il pm ha emesso decreto di citazione diretta a giudizio per i tredici imputati, con la prima udienza fissata per il prossimo 27 maggio, dinanzi al giudice monocratico Federico Noschese. Ex primi cittadini e sindaci rispondono per l’anno 2013 e 2014 di non aver versato le ritenute certificate, con violazione del decreto legislativo del 10 marzo del 2000, che regola i reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto. In sostanza, insieme al commissario liquidatore, i sindaci non avrebbero versato entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione annuale di sostituto di imposta le ritenute risultanti dalla certificazione rilasciata ai sostituti, in base alla dichiarazione modello 770S.

FONTE: ILMATTINO.IT