Parte col trattore con un’accetta per uccidere la moglie: arrestato un agricoltore

Parte col trattore con un’accetta per uccidere la moglie: arrestato un agricoltore

I militari sono riusciti a bloccarlo approfittando del fatto che la corsa del trattore fosse stata fermata da una betoniera che bloccava letteralmente la strada per dei lavori in corso


BRESCIA – Voleva uccidere la moglie con un’accetta. L’uomo salito sul trattore è partito da Canneto sull’Oglio e si è diretto con il trattore diretto a Palazzolo, nel bresciano, completamente fuori controllo, accecato dalla rabbia e disposto a qualsiasi azione pur di portare a termine il suo intento.
Suo fratello ha tentato di farlo ragionare e fermarlo ma senza successo. Così a quest’ultimo non è rimasto che chiamare i carabinieri che si sono messi sulle tracce di Giuseppe Malzani, agricoltore di 55 anni di Canneto. I fatti sono avvenuti lunedì 8 febbraio. I militari di Chiari lo hanno poi fermato e arrestato, ma non senza fatica.

L’uomo infatti, ignorando l’alt dei carabinieri, ha forzato diversi posti di blocco speronando le auto dell’Arma con il suo trattore. Alla fine i militari sono riusciti a bloccarlo a Pontoglio e ad ammanettarlo, approfittando del fatto che la corsa del trattore fosse stata fermata da una betoniera che bloccava letteralmente la strada per dei lavori in corso. I carabinieri per arrestarlo hanno dovuto salire sul mezzo agricolo e bloccarlo, portandogli via intanto l’accetta che teneva con sé.
L’agricoltore è ora in carcere a Brescia. Sul suo conto ci sono precedenti per violenza domestica.