Poliziotto lo blocca con ginocchio sul collo per 5 minuti: 30enne morto, scatta inchiesta

Poliziotto lo blocca con ginocchio sul collo per 5 minuti: 30enne morto, scatta inchiesta

La vittima è un veterano della Marina con problemi psichici legati alla depressione


USA – Il tragico episodio ha avuto luogo in California. negli Stati Uniti D’America. Angelo Quinto, 30enne della Marina statunitense con problemi psichici, è morto dopo che un poliziotto si è inginocchiato sulla sua nuca per circa 5 minuti, gesto effettuato per sottomettere l’ex uomo della marina.

A far emergere la vicenda, che ricorda quella dell’afroamericano George Floyd, è stata la famiglia dello stesso veterano con una denuncia esposta il 18 febbraio.

I fatti sono avvenuto, però, lo scorso 23 dicembre quando la sorella di Angelo, Isabella ha chiamato la polizia per far si che raggiungessero la loro casa ad Antiochia, perché spaventata che il fratello, che soffriva di ansia e depressione, potesse fare del male alla madre.

Prima dell’arrivo degli agenti, però, la donna era riuscita a calmare l’attacco paranoico del figlio stringendolo a sé. Nonostante ciò, una volta giunti a casa dei Quinto, i poliziotti hanno afferrato con forza Angelo senza capire prima la situazione.

Quinto è stato messo a terra e uno degli agenti accorsi lo ha bloccato tenendolo fermo con un ginocchio posto sulla nuca. Dopo 5 minuti, il 30enne ha perso conoscenza ed è stata chiamata un’ambulanza.

La madre ha ripreso la scena con un telefonino per documentare la violenza insensata attuata nei confronti del figlio. Nelle immagini si può vedere il 30enne con il viso insanguinato che chiede aiuto e la donna che cerca di persuadere i poliziotti dall’atto violento.

Adesso, la famiglia chiede giustizia per quanto accaduto. Attraverso le dichiarazioni dell’avvocato, la famiglia di Angelo vuole sapere perché dopo l’arresto i poliziotti non hanno smesso l’assalto contro il 30enne e perchè la Polizia a 2 mesi dalla vicenda, continua a fare silenzio.

Sulla morte del veterano sta indagando il procuratore distrettuale della contea di Contra Costa.