Scuole chiuse a Napoli, De Magistris: “Abbiamo scritto all’unità di crisi, a breve la decisione”

Scuole chiuse a Napoli, De Magistris: “Abbiamo scritto all’unità di crisi, a breve la decisione”

Lo ha dichiarato il primo cittadino questa mattina


NAPOLI – “Stamattina parte una lettera che l’assessore all’istruzione Palmieri e l’assessore alla sanità Menna hanno inviato all’unità di crisi, alla Regione  al prefetto, in cui si illustriamo la nostra linea, che sarà resa nota a breve”, ha detto De Magistris sul passaggio alla didattica a distanza per le scuole di Napoli a fino a fine Febbraio.

Nella lettera, l’amministrazione comunale ha chiesto di conoscere quanti sono i casi di positività registrati nelle scuole, anche con l’indicazione del periodo in cui è avvenuta la segnalazione, del plesso scolastico e del  territorio, per poter risalire all’indice percentuale che questi casi rappresentano rispetto al numero complessivo degli studenti nei singoli ordini di scuole. “Il Comune di Napoli – recita una nota – ha anche chiesto di conoscere quali misure siano in campo per il contact tracing e si propone, nello spirito di massima collaborazione con le autorità competenti, acquisiti i dati, di riunire un tavolo di lavoro e approfondimento”.
“Sarebbe scelta irresponsabile per una città che ha centinaia di plessi scolastici decidere qualsiasi restrizione sulla base di una percezione di pericolo non suffragata da dati scientificamente fondati – spiegano le assessore Palmieri e Menna – Noi vogliamo accompagnare le scuole a un percorso di continuità in condizioni di sicurezza e serenità e per questo valuteremo i dati e le azioni messe in campo dalle autorità sanitarie con grande attenzione, auspicando che il tracciamento sia sotto controllo; l’importante è non fare della scuola un capro espiatorio e nel contempo non  trascurare nulla”.