Tragico incidente stradale: Nicola, medico di famiglia, si schianta con la moto e muore

Tragico incidente stradale: Nicola, medico di famiglia, si schianta con la moto e muore

E’ stato trovato privo di vita, riverso sull’asfalto e ogni tentativo di riuscire a rianimarlo purtroppo è stato vano


VERONA – Tragedia ieri sera in provincia di Verona dove un medico di famiglia, Nicola Stefano Tuzza, 62 anni, ha perso la vita alle 19 circa in un incidente la cui dinamica non è stata ancora chiarita. E’ accaduto nel comune di Sanguinetto, paese dove risiedeva la vittima.  Secondo le prime informazioni – riportate da primaverona.it – sul posto dell’incidente in Via Ca’ De Micheli a Sanguinetto non sono stati trovati altri mezzi che potrebbero essere stati coinvolti nell’impatto. Tuzza era a bordo di una moto.

Il medico è stato trovato, privo di vita, riverso sull’asfalto e ogni tentativo di riuscire a rianimarlo purtroppo è stato vano.

Cordoglio tra Sanguinetto e Nogara

Nicola Tuzza era medico di base a Sanguinetto, amato e stimato da tutti e viveva a Nogara dov’era anche presidente dell’Aido. Due comunità unite nel lutto e nello sconforto. Numerosi i messaggi di cordoglio da parte di chi l’aveva conosciuto. Il sindaco di Nogara, Flavio Pasini, lo ricorda sui social:

“Ciao Nicola.…

Un medico altruista, sempre disponibile con tutti, impegnato mai come in questo momento ad aiutare il prossimo. Ha fatto crescere a Nogara l’Aido. Tante persone grazie a lui si sono avvicinate a questa importante Associazione.
Sempre allegro mai banale.
Tutta la nostra comunità è sgomenta e incredula, e si stringe attorno alla famiglia del caro amico Nicola Stefano Tuzza”.
Moltissime le persone che l’hanno salutato sui social scrivendo:

“Tu che non avevi paura! Tu così umano,sensibile e buono! Tu che ora mancherai a tanti. R. I. P dottore!”

“Tutta la nostra famiglia e nostri parenti (che da anni, da sempre sei stato il nostro bravissimo dentista )siamo addolorati increduli che sia successo, una persona meravigliosa un bravissimo medico amico di tutti, allegro , solare… ci si stringe il cuore a questa notizia ..la tua forza l’ hai portata con te in cielo ora dalla alla tua famiglia per superare questo tremendo momento e specialmente a Carmen, con le nostre condoglianze ..
Ti siamo vicini Carmen …anche ai colleghi dello studio dentistico”

“Non voglio ricordarti perché ci sei ancora..anzi..ti chiedo di prescrivermi qualcosa per questo mio cuore ferito che mi stà scoppiando..adesso però dimmi cosa faccio io senza di te?..Dio..per favore..abbi cura di lui”.