Truffa dei falsi tamponi a pagamento: condannata coppia di Giugliano

Truffa dei falsi tamponi a pagamento: condannata coppia di Giugliano

Lei infermiera rubava tamponi dall’ospedale, lui li eseguiva fingendosi medico, a pagamento: questa era la modalità adoperata dalla coppia


CIVITAVECCHIA/GIUGLIANO – Arriva la condanna per Domenico D’Alterio e la compagna Maria Iodice, la coppia di truffatori dei falsi tamponi, proveniente da Giugliano, arrestata lo scorso ottobre a Civitavecchia: dovranno scontare rispettivamente in carcere due anni e mezzo e due anni. Il finto medico e l’infermiera sono stati giudicati con rito abbreviato dal tribunale della città, risultando rei di falso, sostituzione di persone e peculato: i due avrebbero eseguito falsi tamponi ad almeno quattordici casi già accertati dai carabinieri. L’inchiesta, infatti, non è stata ancora chiusa: pertanto, il numero complessivo di episodi potrebbe essere ben più alto. In questo caso, l’accusa potrebbe modificarsi in epidemia colposa.

Secondo quanto emerso dalle indagini, la coppia aveva organizzato una truffa collaudata: lei rubava i tamponi in ospedale e lui li eseguiva a un gran numero di persone tra Civitavecchia e Roma, a pagamento. Una modalità perfettamente riuscita, fino a quando il compagno dell’infermiera, a settembre, è andato a eseguire tamponi ai lavoratori di una ditta di pulizie a Roma, la “Rapida”, su incarico dello stesso, titolare, ignaro dell’inganno: gli esiti dei tamponi erano tutti negativi, ma un’annotazione nel referto ha preoccupato una lavoratrice, che comprendere meglio, si è rivolta all’ospedale Spallanzani, dove è stata informata che il responso non era stato redatto da loro. L’ospedaleha quindi indirizzato la donna verso la ASL Roma4, che, visto il referto, ha dato il via all’indagine dei carabinieri, che hanno poi scoperto la truffa.

Il Comune di Civitavecchia si è costituito parte civile nel processo per il riconoscimento del danno sia per Asl Roma 4 che per il Comune stesso, con spese legali liquidate in favore dei due enti.