Villaricca, arriva l’ordinanza: scuole chiuse fino a marzo

Villaricca, arriva l’ordinanza: scuole chiuse fino a marzo

“Una decisione sofferta ma indispensabile, ma se è in pericolo la salute dei nostri bambini e dei nostri ragazzi, non c’è altra scelta”, ha detto la sindaca Maria Rosaria Punzo


VILLARICCA – Si è conclusa la riunione di questa mattina tra la sindaca di Villaricca Maria Rosaria Punzo e l’Asl Napoli 2 Nord, per discutere circa l’aumento dei contagi registrati negli ultimi giorni in città. Al termine del confronto è stata presa la decisione di disporre la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado, a partire da lunedì 15 fino al 27 febbraio. Ciò vuol dire che gli studenti torneranno in classe a marzo.

L’ ordinanza diffusa da Punzo anche sulla sua pagina Facebook: ” Tavolio di confronto con l’ASL: da lunedì scuole chiuse per 15 giorni, si tornerà in presenza il primo marzo. Decisione sofferta ma doverosa per tutelare la salute dei nostri bambini.

Il presidente della Regione De Luca ha rimesso la decisione nelle mani dei sindaci rispetto alla situazione locale. Da primo cittadino, ho chiesto e ottenuto un tavolo di confronto con l’Asl per capire l’incidenza dei nuovi contagi in rapporto con le scuole. Dall’analisi è emersa una situazione preoccupante: riscontrata la presenza di numerosi focolai di contagio per Covid; rilevato il numero di positivi negli istituti scolastici; considerato l’alto numero di contatti e di contagi presenti nell’ambito familiare, si è deciso all’unanimità di disporre da lunedì e fino al 27 febbraio la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado incluse le ludoteche.
Una decisione sofferta ma indispensabile. Si torna alla didattica a distanza fino al primo marzo. Il diritto allo studio resta una priorità indispensabile da garantire e da tutelare; ma se è in pericolo la salute dei nostri bambini e dei nostri ragazzi, non c’è altra scelta: bisogna chiudere. Ho preferito, come sempre, comunicarvi immediatamente la decisione. Stiamo scrivendo l’ordinanza che firmerò nelle prossime ore”.