Vittima di Revenge Porn a soli 13 anni: sotto accusa il fidanzatino 17enne

Vittima di Revenge Porn a soli 13 anni: sotto accusa il fidanzatino 17enne

Il giovane risponde anche alle accuse di stalking e di lesioni ai danni del padre della ragazzina che si è opposto alla relazione tra i due


SALERNO – Aveva solo 13 anni quando inviò delle sue foto “senza veli” al fidanzato 17enne. Il ragazzo le ha prima custodite gelosamente poi, quando lei l’ha lasciato, ha iniziato a condividerle tra i suoi amici. La ragazzina, per la vergogna di quanto accaduto e presa dal panico, non voleva più frequentare la scuola.

La vicenda è iniziata nel 2019 in un piccolo centro dei piacentini ed poi approdata di fronte al Tribunale dei Minori di Salerno. La vendetta è durata ben tre mesi perché, anche dopo la denuncia da parte della 13enne e dei genitori, il giovane ha continuato a diffondere le immagini.

Le indagini condotta dalla procura del tribunale dei minorenni hanno ricostruito la vicenda dell’ennesimo caso di Revenge-Porn, punibile come tale solo dal luglio 2019, con la legge detta “Codice Rosso”. Ma, essendo in questo caso la vittima minorenne, la questione è ben più grave: l’accusa è quella di diffusione di materiale pedopornografico.

Inoltre il 17enne risponde anche alle accuse di stalking e di lesioni ai danni del padre della ragazzina che, sin dal primo momento, si è opposto alla relazione tra la figlia e il ragazzo.