Appello Crescent, la Procura di Salerno chiede un anno e sei mesi di reclusione per De Luca

Appello Crescent, la Procura di Salerno chiede un anno e sei mesi di reclusione per De Luca

I fatti contestati riguardano la costruzione dell’edificio a forma di mezzaluna in prossimità della zona del lungomare


CAMPANIA – La Procura di Salerno ha chiesto di condannare il governatore campano Vincenzo De Luca ed altre sei persone nel processo d’Appello per la realizzazione del Crescent, un edificio a forma di mezzaluna in prossimità della zona del lungomare. Il procuratore aggiunto Rocco Alfano e il sostituto procuratore Guglielmo Valenti oggi hanno formulato le loro richieste, chiedendo di condannare ad un anno e sei mesi il governatore.

I fatti contestati sono legati all’epoca in cui era sindaco di Salerno. Contestualmente la pubblica accusa ha richiesto di sequestrare l’area su cui è stato realizzato il Crescent, l’opera progettata da Ricardo Bofill. La Procura, inoltre, ha chiesto una condanna di un anno e due mesi anche per Lorenzo Criscuolo, Matteo Basile, Annamaria Affanni, Giovanni Villani; per Eugenio Rainone e Rocco Chechile la richiesta è di un anno e quattro mesi.

Nella prossima udienza è prevista la discussione degli avvocati delle parti civili Italia Nostra e No Crescent. In primo grado il procedimento si era chiuso con una pioggia di assoluzioni per tutti gli imputati.