Campania, muore il medico Angelo Frieri: era in prima linea nella lotta al Covid

Campania, muore il medico Angelo Frieri: era in prima linea nella lotta al Covid

La sua era una missione che ha saputo svolgere con grande coraggio, dignità e amore


AVELLINO – Morto il direttore sanitario dei due ospedali Frangipane e Criscuoli di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi. Angelo Frieri era stato ricoverato in condizioni disperate nel reparto di rianimazione dell’ospedale Moscati a seguito di un arresto cardiaco avvenuto nella serata di lunedì. La corsa velocissima al pronto soccorso, elettroencefalogramma piatto, un delicato intervento e mai nessun segnale di ripresa purtroppo.  Un combattente nel suo lavoro, si era speso in due, tra non poche difficoltà e ritmi massacranti pur di garantire al meglio il funzionamento della sanità nelle due strutture strategiche irpine, collocate nel cuore delle aree interne.

Tanti i messaggi di cordoglio ad Ariano dove aveva preso le redini  della situazione sin dal marzo scorso, esattamente un anno fa, proprio nella fase più acuta della pandemia subentrando al dimissionario Gennaro Bellizzi. Ricordato da tutti come un grande uomo, prima di essere medico. La sua era una missione che ha saputo svolgere con grande coraggio, dignità e amore. Attestazioni di affetto e solidarietà a partire dal direttore generale dell’Asl di Avellino Maria Morgante con cui Frieri ha lavorato a braccetto, in maniera instancabile, in un anno davvero difficile, soprattutto negli ultimi mesi a causa della recrudescenza del virus che aveva di nuovo mandato in sofferenza la struttura da lui diretta. Ma non si era mai scoraggiato e con quel suo carattere sempre mite e pacifico aveva cercato sempre di allontanare polemiche e discordie, lavorando per il bene comune. La sua era una missione che ha saputo svolgere con grande coraggio, dignità e amore.