De Luca in diretta contro il governo: “Scelte sbagliate su categorie di vaccinati e scuole”

De Luca in diretta contro il governo: “Scelte sbagliate su categorie di vaccinati e scuole”

“La confusione è stata determinata dalle scelte di Roma, non dalle Regioni”


CAMPANIA – Anche questo venerdì il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca si è espresso in merito alla gestione della situazione epidemiologica da Covid a livello regionale e nazionale tramite una diretta Facebook. Sono state varie le tematiche trattate fino ad ora, ma spiccato è stato l’attacco del presidente verso il governo nazionale.

“C’è stato un vero e proprio caos determinato da un’indicazione venuta da Roma relativa alle categorie che sarebbero dovute essere vaccinate con precedenza; l’indicazione è stata quella di privilegiare categorie che fanno lavori di pubblica utilità – ha esordito – ma il punto è che agganciandosi a questo indirizzo si sono proposti avvocati, scienziati e così via, e quelli che davvero avrebbero dovuto essere privilegiati come dipendenti di enti locali, dipendenti delle banche, delle poste, e in generale quelli che hanno rapporti con la gente non sono stati presi in considerazione. Per fortuna poi nell’ultima settimana hanno deciso di andare avanti per fasce d’età ed eliminare la categorie, ma la confusione è stata determinata dal governo nazionale non dalle Regioni”.

“Altre questioni problematiche sorte negli ultimi giorni e che sono state dipendenti dalle scelte del governo nazionale sono state legate poi alle scuole: abbiamo avuto banchi a rotelle e altra idea è stata quella delle primule, ma in tutte le Regioni si stanno usando le sedi dei Comuni, dei servizi pubblici e non quelle dei prefabbricati. Dunque le idee non sono state applicate”.

“Ultimo disastro di provenienza romana è la comunicazione. Non hanno una piattaforma informatica degna di questo nome. Voglio inoltre smentire la notizia apparsa qualche giorno fa su un noto giornale che avrebbe visto me, il presidente della Campania, andare a fare operazione chirurgica in una clinica privata di Peschiera del Garda. Abbiamo oggi in Campania tutte le eccellenze chirurgiche e non avrei necessitato un simile spostamento”.