Festini a luce rosse al cimitero con baby prostitute: 11 arresti, coinvolti anche politici

Festini a luce rosse al cimitero con baby prostitute: 11 arresti, coinvolti anche politici

L’inchiesta è scattata a seguito di un’altra indagine per prostituzione minorile


LATINA – Undici persone sono state arrestate questa mattina a Latina mentre altre quindici risultano indagate, con accuse a vario titolo che vanno dai delitti contro la pubblica amministrazione, la pietà dei defunti e verso la persona. L’operazione ‘Omnia 2′ è stata condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale: a far scattare le indagini, un giro di festini a luci rosse e prostituzione in un’abitazione all’interno del cimitero comunale di Sezze, in provincia di Latina. L’inchiesta è scattata a seguito di un’altra indagine per prostituzione minorile, sempre all’interno della stessa abitazione e che vedrebbe coinvolto il custode.

Come riportato da Fanpage, al momento non sono state diffuse ulteriori informazioni riguardo l’operazione condotta questa mattina dai carabinieri di Latina, ma i dettagli dell’operazione saranno probabilmente diffusi nelle prossime ore quando il blitz sarà concluso. Le indagini andavano avanti da diverso tempo, e con il passare dei mesi il quadro probatorio si è delineato sempre di più, fino ad arrivare alla chiusura delle indagini e alla messa in pratica dell’operazione, scattata questa mattina alle prime luci dell’alba. Tra le persone arrestate ci sarebbero anche dipendenti pubblici e politici di Sezze, oltre che titolari di agenzie funebri.