Furto finisce in tragedia: ladro viene scoperto, cade dal balcone e muore

Furto finisce in tragedia: ladro viene scoperto, cade dal balcone e muore

Sul posto si sono recati gli agenti della squadra volante e i colleghi della polizia scientifica


LATINA – Furto finisce in tragedia. E’ stato coperto mentre, insieme a due complici, stava compiendo un furto in un’abitazione nelle campagne di Latina, un ladro si è buttato da un balcone ed è morto. La vittima è Guido Fusser, 55 anni, di Aprilia, giostraio di origine nomade.

Un dramma consumatosi nel tardo pomeriggio di ieri su strada Trasversale, a Borgo Faiti, frazione di Latina. La Polizia sta ricostruendo nel dettaglio l’accaduto e sta dando la caccia agli altri due ladri, che al momento sono riusciti a scappare e a far perdere le loro tracce.

A notare alcuni movimenti strani nella casa in cui si erano introdotti i malviventi è stato il cliente di un bar lì vicino. Quest’ultimo ha notato un’auto vicino all’abitazione, di proprietà del fratello del barista, e degli strani movimenti. Dato l’allarme, insieme al barista si è così avvicinato all’immobile, notando che c’era una scala appoggiata a un muro, con cui i ladri avevano raggiunto un balcone per penetrare all’interno dell’abitazione. Ormai scoperti, i tre si sono lanciati dal terrazzo, ma Fusser non ce l’ha fatta. Saltato a terra è caduto ed è rimasto subito immobile.

Uno dei complici è anche tornato indietro, per vedere se il 55enne fosse solo ferito, ma resosi conto della tragedia è immediatamente fuggito insieme all’altro complice. Inutile l’intervento di un’ambulanza del 118: Fusser sembra sia morto sul colpo. Sul posto si sono quindi recati gli agenti della squadra volante e i colleghi della polizia scientifica.

Fusser era finito più volte in indagini sui colpi in villa. Cinque anni fa era stato arrestato per una rapina proprio in una villa, a Grottaferrata, di un generale della Guardia di finanza. Ma nel corso del tempo diverse sono state appunto a suo carico le accuse per rapine e furti in abitazione in mezza Italia.

FONTE: REPUBBLICA.IT