“In salute e in malattia”, sposati da 64 anni prendono il Covid insieme: “una stanza matrimoniale” in ospedale

“In salute e in malattia”, sposati da 64 anni prendono il Covid insieme: “una stanza matrimoniale” in ospedale

Tra qualche giorno potranno tornare a casa insieme


PADOVA – La storia di Lea ed Angelo ha dell’incredibile. Entrambi 86enni, si sono ammalati insieme di Coronavirus e hanno affrontato insieme la malattia. In ospedale gli operatori sanitari gli hanno creato una “stanza matrimoniale” per poterli curare insieme e per far si che entrambi si dessero forza a vicenda.

Lea e Angelo, sposati da 64 anni, hanno contratto il coronavirus nello stesso momento e dal 19 febbraio vivono assieme in quella che è stata ribattezzata la “stanza matrimoniale” nell’ospedale di Comunità di Montagnana. All’inizio sono stati seguiti a domicilio dal personale Usca ma poi le loro condizioni sono peggiorate: un’insufficienza respiratoria ha spinto i medici a procedere con il ricovero di marito e moglie.

 I due sono entrati in ospedale lo stesso giorno, per affrontare assieme la battaglia contro il virus. “Tutto il personale è vaccinato, dedichiamo molto tempo al dialogo e alla comunicazione che consideriamo un investimento in un più veloce recupero”, spiega la referente clinica Maria Beatrice Bettini.

A breve torneranno a casa: lei si è negativizzata e anche lui viaggia  verso la guarigione.

Sposati da 64 anni si ammalano assieme di Covid: in ospedale per loro la “stanza matrimoniale”