Le disposizioni per Pasqua a Napoli e Giugliano: niente benedizioni in chiesa

Le disposizioni per Pasqua a Napoli e Giugliano: niente benedizioni in chiesa

A Giugliano le palme saranno imbustate e consegnate da volontari muniti di guanti e mascherina


NAPOLI/GIUGLIANO – A Napoli niente distribuzione delle palme e benedizione dell’acqua nella domenica delle Palme ed a Pasqua. A stabilirlo è la diocesi di Napoli insieme al Collegio dei Decani, i quali hanno recepito le indicazioni dell’Arcivescovo Domenico Battaglia e considerata “la persistenza della emergenza sanitaria e la permanenza della nostra Regione in zona rossa, per la Domenica delle palme e di Pasqua. In una nota la Diocesi partenopea spiega che non verrà svolta la processione delle Palme e stabilisce che non dovrà esserci “la distribuzione (o consegna) dei rami di ulivo né di altri tipi di rami, né il giorno stesso né nei giorni precedenti, né imbustati né liberi. Inoltre i fedeli “non portino con sé i rami e non vengano benedetti i rami durante o fuori delle celebrazioni, così come si ometta la benedizione delle bottigliette di acqua nel giorno di Pasqua e si suggeriscano ai fedeli dei segni che possano valorizzare all’interno delle famiglie il senso dello scambio di pace e la preghiera di benedizione del capofamiglia”.

Per quanto riguarda la diocesi di Aversa, di cui fa parte anche Giugliano, le disposizioni sono le seguenti: palme imbustate, consegnate da volontari muniti di guanti e mascherina e niente processioni e benedizioni.