Manifestazione della Rete ‘Scuola in Presenza’: “Non tolleriamo altri rinvii dell’apertura”

Manifestazione della Rete ‘Scuola in Presenza’: “Non tolleriamo altri rinvii dell’apertura”

La manifestazione avverrà domenica davanti alla sede della Regione Campania


CAMPANIA – Manifestazione della Rete ‘Scuola in Presenza’ domenica 28 davanti alla sede della Regione Campania. I comitati invitano tutti i partecipanti ad ‘armarsi’ di campanella per dare forma allo slogan ‘Facciamoci sentire’. L’obiettivo è ottenere la riapertura delle scuole subito dopo Pasqua. “Non tollereremo che si rimandi l’apertura oltre l’8 aprile né che la didattica a distanza venga adottata come soluzione di lungo termine al problema della pandemia mentre altri Paesi europei si attivano per difendere l’istruzione in presenza”, affermano in una nota ricordando che “la scuola è un bene essenziale per il Paese e deve essere al centro delle scelte delle nostre Istituzioni”. E proprio contro le istituzioni i No Dad puntano il dito ‘accusandole “di continuare, ad un anno dall’inizio della pandemia, a non riconoscere l’istruzione in presenza come diritto fondamentale ed essenziale, in violazione della Costituzione che sancisce che la scuola è aperta a tutti e tutti gli alunni hanno diritto a un percorso di studi di qualità”. I Comitati dei genitori No Dad sottolineano che “gli studenti e le loro famiglie, stanno ancora una volta pagando un prezzo altissimo sia in termini di istruzione negata sia per il danno psicologico e sociale causato dall’uso prolungato della didattica a distanza e dell’obbligo innaturale all’isolamento”. I Comitati concludono annunciando che “uniti da Nord a Sud siamo pronti a mobilitarci in ogni sede per far in modo che gli studenti italiani di ogni regione e di ogni fascia d’età possano godere di uguali diritti e per frenare il crescente gap di formazione e salute nei confronti dei loro coetanei europei”.