Procurava documenti segreti ai russi in cambio di denaro: ufficiale italiano arrestato per spionaggio

Procurava documenti segreti ai russi in cambio di denaro: ufficiale italiano arrestato per spionaggio

L’uomo ha ceduto carte di natura militare e documenti Nato “classificati”


ROMA – Un ufficiale della marina militare italiana è stato arrestato dai carabinieri del Ros, dopo essere stato fermato assieme a un ufficiale delle forze armate russe a Roma: entrambi sono accusati di gravi reati attinenti allo spionaggio e alla sicurezza dello Stato. L’intervento è avvenuto in occasione di un incontro clandestino tra i due, che sono stati sorpresi mentre l’ufficiale italiano cedeva dei documenti “classificati” in cambio di denaro. La posizione dell’ufficiale russo è al vaglio dei magistrati in considerazione del suo status diplomatico.

L’ufficiale arrestato ha ceduto carte di natura militare – Il capitano di fregata arrestato ha consegnato all’ufficiale dell’esercito russo documenti classificati esclusivamente di natura militare. Lo scambio è avvenuto in cambio di denaro in un parcheggio della Capitale, dove i due sono stati bloccati dai carabinieri del Ros. Si tratta di copie di documenti che erano all’attenzione dello Stato Maggiore della Difesa.

Consegnati all’ufficiale russo anche documenti Nato – Il capitano avrebbe ceduto all’ufficiale russo, tra i dossier riservati, anche documenti Nato. Sulla vicenda ha aperto un fascicolo anche la Procura militare.

L’ambasciatore russo convocato alla Farnesina – La Farnesina ha reso noto che il segretario generale del ministero degli Affari esteri, Elisabetta Belloni, ha convocato – su istruzioni del ministro Luigi Di Maio – l’ambasciatore della Federazione Russa presso la Repubblica Italiana, Sergei Razov.

“Speriamo nessuna conseguenza sui rapporti con l’Italia” – Tramite una nota l’ambasciata russa a Roma ha fatto sapere che “per adesso riteniamo inopportuno commentare i contenuti dell’accaduto. In ogni caso ci auguriamo che quello che è successo non si rifletta sui rapporti bilaterali tra la Russia e l’Italia”.

FONTE: TGCOM24.MEDIASET.IT