Rapina a Marano, parla l’avvocato del 25enne Greco

Rapina a Marano, parla l’avvocato del 25enne Greco

Il giovane è al momento indagato a piede libero per duplice omidicio volontario


MARANO – Verrà svolta quest’oggi l’autopsia sui corpi di Ciro Chirollo, 30 anni, e Domenico Romano, 39 anni, morti a seguito di una rapina commessa in via Antica Consolare Campana tra Marano e Villaricca.

Un momento fondamentale che potrà chiarire alcuni dei tanti dubbi che aleggiano sulla vicenda. Dubbi che riguardano soprattutto la posizione della vittima della rapina, Giuseppe Greco, 25 anni, al momento indagato a piede libero per duplice omidicio volontario.

A parlare è l’avvocato del giovane Domenico Della Gatta: “C’è stato un lungo interrogatorio – ha sostenuto il legale – nel quale ci sono sì state delle contraddizioni e confusione ma dovute allo stato di choc del ragazzo. Le accuse sono state comunque respinte: non ha mai detto di essere stato lui ad investire i due ragazzi, piuttosto ha confermato che gli sono stati sottratti 200 euro, il Rolex e la Smart.

Probabilmente c’era una seconda auto. Ha confermato di aver avuto un passaggio da un ragazzo di 15-16 anni, come d’altronde mostrato da alcune telecamere in zona, ragazzo che però non è stato identificato anche perché il mio assistito ha detto di non conoscerlo. Oggi l’autopsia sui cadaveri: sia dalla Procura che dai cc c’è stata massima disponibilità qualora ci fossero altri elementi utili alle indagini”.

Una situazione ancora tutta da chiarire, dunque. Le indagini andranno avanti fino a quando non si scoprirà la verità di ciò che è successo quella sera.