AstraZeneca, attesa per il responso dell’Ema: possibili limitazioni per alcune categorie

AstraZeneca, attesa per il responso dell’Ema: possibili limitazioni per alcune categorie

L’Agenzia europea dei medicinali si pronuncerà sul rapporto causa-affetto tra il vaccino ed i casi di trombosi registrati in vari Paesi


ROMA – Il mondo intero è con il fiato sospeso per il responso dell’Ema sul vaccino AstraZeneca. L’Agenzia europea dei medicinali dovrebbe pronunciarsi entro la giornata di domani sull’ipotesi di una stretta correlazione tra il farmaco e gli eventi di trombosi rare segnalati in vari Paesi.

Ad essere colpiti sono state soprattutto donne più giovani. Dati che non hanno lasciato indifferente la Germania che ha già deciso di sospenderne la somministrazione tra le under-60, mentre in Italia il sottosegretario al Ministero della Salute Pierpaolo Sileri ha chiesto chiarimenti in tempi rapidi. Dopo aver esaminato i dati, l’Ema potrebbe decidere delle limitazioni d’uso per particolari categorie. Dopo il responso, anche l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) farà le proprie valutazioni.