Campania resta zona rossa, De Luca: “Mi auguro che ci siano controlli più seri nelle città”

Campania resta zona rossa, De Luca: “Mi auguro che ci siano controlli più seri nelle città”

In Campania rientreranno in classe gli studenti delle elementari e le prime medie


CAMPANIA – “Mi auguro che ci siano controlli più seri nelle città. Oggi siamo in zona rossa, ma voi ne avete l’impressione? Trovate pattuglie a controllare chi va in giro senza mascherina?”, questa la dichiarazione del Governatore ieri durante la visita ai locali di BlunAuti e Paidés, strutture per adolescenti e bambini con disturbi dello spettro autistico che sono gli unici centri pubblici in tutta la Regione ad offrire questo tipo di servizio.

Intanto questa mattina è arrivata la conferma che la Campania resta in zona rossa almeno fino a metà aprile. Il monitoraggio della cabina regia Iss col ministero della Salute colloca la regione nuovamente – siamo alla quinta settimana – in zona rossa, cioè nell’area di massima restrizione (chiusi ristoranti e bar tranne che per domicilio e asporto, chiusi barbieri  parrucchieri, estetisti). Il motivo è l’RT superiore a 1,25. Nel pomeriggio l’Istituto superiore di Sanità renderà noto il documento completo.

Le scuole, anche in zona rossa, riapriranno da mercoledì 7 aprile. In Campania rientreranno in classe gli studenti delle elementari e le prime medie