Campania verso la zona arancione, indice Rt in discesa ma contagi ancora alti: oggi la decisione

Campania verso la zona arancione, indice Rt in discesa ma contagi ancora alti: oggi la decisione

Il governo Draghi dovrà prendere molte decisioni entro questa sera, si è discusso infatti anche di riaperture graduali in modo da proiettare l’Italia verso un’estate più serena


CAMPANIA – Si attende entro oggi la decisione del governo sulle nuove collocazioni delle Regioni nelle fasce a rischio, si discute inoltre del ritorno della Zona Gialla, totalmente assente su tutto il territorio nazionale ormai da diverse settimane. Per alcune regioni non sono da escludere i cambi di colore già dalla prossima settimana con regole e divieti più o meno rigidi. In quest’ultimo caso rientra anche la Campania, in Zona Rossa da ormai 6 settimane. La cabina di regia del Cts e dell’Esecutivo valuterà sulla base del monitoraggio dei dati dell’Istituto Superiore della Sanità se la regione è effettivamente pronta a passare in Fascia Arancione.

Il governo Draghi dovrà prendere molte decisioni entro questa sera, si è discusso infatti anche di riaperture graduali in modo da proiettare l’Italia verso un’estate più serena, partendo dai bar e ristoranti in zona gialla. Da giugno dovrebbero riprendere le attività anche i teatri, i cinema, palestre e piscine.

Nell’immediato però dovrebbero essere confermate le Zone Arancioni già presenti, ad accezione della Sicilia che ha registrato un aumento dei casi e per cui sembra essere inevitabile un rafforzamento delle misure anti – contagio. Le 4 regioni in Rosso, cioè Campania, Puglia, Sardegna e Val d’Aosta, dovrebbero invece diminuire le norme di sicurezza, passando in fascia intermedia. Tuttavia la Campania è in bilico: l’indice Rt è in diminuzione ma i contagi restano alti, così come il rapporto tra i positivi e i tamponi effettuati (indice di positività). Se il Governo dovesse decidere per lasciare immutata la situazione della regione, allora per la Campania il ritorno in Zona Arancione si sposterebbe al 26 aprile, o al 3 maggio.