Conferenza Draghi, riapertura delle attività: il calendario dal 26 aprile

Conferenza Draghi, riapertura delle attività: il calendario dal 26 aprile

“Non sarebbe serio indicare un giorno x per eliminare ogni restrizione, monitoriamo giorno per giorno”. ha dichiarato Speranza


ITALIA – Dal 26 aprile tornano le zone gialle, con un “giallo rafforzato” e l’apertura di tutte le attività di ristorazione, sport e spettacolo nelle aree a basso contagio da Covid, ma solo all’aperto. Questo è quanto ha affermato ieri il Premier Mario Draghi in conferenza stampa. Intanto, secondo il monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, l’Rt nazionale è sceso a 0,85.  Vediamo nel dettaglio il calendario:

DATE RIAPERTURE STABILIMENTI BALNEARI E PISCINE

Prevista per il 15 maggio la riapertura di stabilimenti balneari e le piscine all’aperto. Intanto anche per l’estate 2021 il presidente del Sib condivide che gli stabilimenti siano aperti con entrata su prenotazione, come previsto dal protocollo con le misure anti-contagio applicato lo scorso anno. Per consentire un accesso contingentato agli stabilimenti balneari e alle spiagge attrezzate viene suggerita la prenotazione obbligatoria, anche per fasce orarie. Si raccomanda, inoltre, di favorire l’utilizzo di sistemi di pagamento veloci con carte contactless o attraverso portali/app web. E’ opportuno privilegiare l’assegnazione dello stesso ombrellone ai medesimi occupanti che soggiornano per più giorni. In ogni caso, è necessaria l’igienizzazione delle superfici prima dell’assegnazione della stessa attrezzatura a un altro utente, anche nel corso della stessa giornata.

Opportuno poi differenziare, ove possibile, i percorsi di entrata e uscita negli stabilimenti balneari, prevedendo una segnaletica chiara. Per garantire il corretto distanziamento sociale in spiaggia, la distanza minima consigliata tra le file degli ombrelloni è pari a cinque metri e quella tra gli ombrelloni della stessa fila a quattro metri e mezzo. Sdraio e lettini dovranno essere distanti almeno due metri e le distanze potranno essere derogate per i soli membri del medesimo nucleo familiare o co-abitante. Per le cabine in spiaggia, va vietato l’uso promiscuo ad eccezione dei membri del medesimo nucleo familiare o per soggetti che condividano la medesima unità abitativa. Vietata l’attività ludico sportiva, i giochi di gruppo, le feste e gli eventi e chiuse le piscine. E’ da evitare, dunque, la pratica di attività che possono dar luogo ad assembramenti e giochi di gruppo e, per lo stesso motivo, deve essere inibito l’utilizzo di piscine eventualmente presenti all’interno dello stabilimento.

RIAPERTURE PALESTRE

La riapertura delle palestre è prevista per il 1° giugno anche al chiuso.

ATTIVITA’ FIERISTICHE

Per quanto riguarda le attività fieristiche il 1° luglio

CALCETTO

Riparte lo sport all’aperto, per gli amatori e per i tifosi. Nello schema di decreto che il Dipartimento Sport sottoporrà nei prossimi giorni al Cdm si indicherà la possibilità di tornare dal 26 aprile a praticare sport anche di contatto, dal calcetto alle partite di altre discipline, nelle regioni in zona gialla. In zona gialla, dal primo maggio sarà consentito l’accesso del pubblico in impianti all’aperto fino a un massimo di mille spettatori e al chiuso fino a un massimo di 500. La misura vale per tutti gli eventi sportivi agonistici e riconosciuti di preminente interesse nazionale da Comi e Cip.

In tanti si chiedono se ci sarà mai un giorno in cui non ci saranno più restrizioni, il ministro Speranza, durante la conferenza stampa, ha risposto: “Non sarebbe serio indicare un giorno x per eliminare ogni restrizione, monitoriamo giorno per giorno. L’arma che abbiamo è la campagna vaccinale, ogni giorno aggiungiamo un pezzetto allo scudo. Non vi è alcun dubbio che la stagione che si apre grazie al vaccino sarà una stagione diversa.”