Covid, dal 26 aprile torna la zona gialla: ecco quali saranno le sorti della Campania

Covid, dal 26 aprile torna la zona gialla: ecco quali saranno le sorti della Campania

I dati epidemiologici parlano chiaro, almeno per adesso, sul destino della regione di De Luca a partire da lunedì


CAMPANIA – La Campania ieri, 19 aprile, è tornata in zona arancione dopo 6 settimane in zona rossa, ma la situazione dei contagi Covid potrebbe inchiodare la regione al livello di rischio medio impedendo di riaprire le attività a partire dal 26 aprile. A partire da lunedì prossimo, infatti, in Italia torneranno le zone gialle e nell’ambito di quello che il premier Mario Draghi ha definito «rischio ragionato». Dunque riapriranno al pubblico e non solo per asporto e domicilio come ora bar, ristoranti, cinema, teatri e musei.

Ma non per tutti: riaprirà chi, sulla base dei dati epidemiologici e delle vaccinazioni anti-Covid, come riportato da Fanpage, dimostrerà di essere in condizioni di resilienza tale da sopportare una graduale ma importante riapertura di attività pubbliche dopo quasi un anno e mezzo di pandemia. La Campania non solo rischia di non riaprire il 26 aprile ma nemmeno dopo.

A preoccupare maggiormente, purtroppo, è la situazione del contagio da Sars-CoV2 nell’area metropolitana di Napoli, una delle più densamente popolate d’Italia: la zona è sopra la soglia da zona rossa con  259 casi positivi su 100mila ed ha accusato un incremento proprio nell’ultima settimana.