Covid in Campania, scarseggiano i vaccini: “Scorte solo per tre giorni”

Covid in Campania, scarseggiano i vaccini: “Scorte solo per tre giorni”

L’unica certezza sembrano essere le 148.000 dosi di Pfizer, annunciate per mercoledì


CAMPANIA – Le indicazioni giunte ai medici delle Asl, dopo l’ordinanza del commissario straordinario Figliuolo sottolineano l’importanza di completare le immunizzazioni degli ultra ottantenni, dei fragili e dei pazienti disabili. Previsto anche lo stop al piano “Covid free” per le isole. Ma le dosi per attenersi a questo programma non bastano: i vaccini che arrivano in Campania sono insufficienti.

L’unica certezza sembrano essere le 148.000 dosi di Pfizer, annunciate per mercoledì ma in questo modo, considerando che sono stati richiesti almeno 50.000 vaccini al giorno, i centri campani durerebbero meno di tre giorni. Non ci sono state comunicazioni circa le dosi AstraZeneca e Moderna, mentre è previsto l’arrivo 15.000 dosi di Johnson & Johnson dopo il 16 aprile, un numero sicuramente troppo basso. Intanto dall’Unità di Crisi dichiarano: “A Figliuolo diciamo che siamo pronti fare tutti i numeri che chiede ma se ci mandi le dosi”.

Ieri anche l’accordo della Regione con le farmacie ma dall’Unità di Crisi dichiarano: “Abbiamo stretto l’accordo stanno facendo la ricognizione per l’allestimento, ma una farmacia per fare le vaccinazioni deve investire, adibire uno spazio, assumere personale, mettere una tenda o un camper, spendere insomma almeno 5-6.000 euro, ma poi gli devi garantire un feed di vaccini”.