Covid, la Campania resta in zona gialla anche la prossima settimana

Covid, la Campania resta in zona gialla anche la prossima settimana

De Luca: “Se immaginiamo che zona gialla significa fare movida e lasciarsi andare, allora vi dico che tra due settimane saremo non zona arancione ma zona rossa”


CAMPANIA – La regione amministrata da Vincenzo De Luca resterà in zona gialla anche per la prossima settimana. Il monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità dice che sono in calo il numero di casi e i focolai e che lo scenario di trasmissibilità è pari a 2, livello intermedio (quindi attenzione moderata). In Italia 3 Regioni hanno un Rt puntuale maggiore di uno. Tra queste, due ovvero Campania e Sicilia hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/PPAA hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno.

Dunque restiamo nelle condizioni scattate lo scorso 26 aprile: si può consumare ai tavoli all’aperto (e solo all’aperto) al ristorante e al bar. Si potrà far visita ai parenti una volta al giorno in 4 persone. Alle superiori in classe dal 50 al 100 per cento degli studenti. Ripartono giochi di squadra e di contatto.

De Luca riguardo a ciò ha dichiarato: “La Campania è stata la regione che da sempre ha sposato la linea del rigore, da quando è cominciata la campagna di vaccinazione si è aperta una seconda fase: battaglia contro il Covid è rilanciare l’economia. Noi ci muoveremo ancora su questa linea, dobbiamo fare attenzione.  Se immaginiamo che zona gialla significa fare movida e lasciarsi andare, allora vi dico che tra due settimane saremo non zona arancione ma zona rossa.  Quello che succederà dipende da due fattori: rigore nei comportamenti e campagna di vaccinazione da completare.  Stiamo cercando di raggiungere un’estate di liberazione”.