Draghi: “Regioni che sono più avanti nella campagna vaccinale potranno riaprire prima”

Draghi: “Regioni che sono più avanti nella campagna vaccinale potranno riaprire prima”

Il premier ha parlato anche di altri argomenti, come Alitalia e la digitalizzazione. “Bisogna riacquistare il gusto del futuro”


ROMA – Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, ha parlato poco fa in conferenza stampa alla nazione. “Le Regioni che sono più avanti nella campagna vaccinale potranno riaprire prima – ha assicurato il premier – ci auguriamo che le prossime settimane siano quelle delle riaperture e non di ulteriori chiusure. Sulle riaperture ci sarà una direttiva del Generale Figliuolo basata sui parametri delle vaccinazioni. Le dosi di vaccini di aprile . ha poi aggiunto – saranno sufficienti per tutti gli over 80 e gli over 75”.

Draghi ha posto anche una questione etica. “Con che coscienza – si è chiesto – la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 e persone fragili?”.

Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, ha rassicurato sull’efficacia dei vaccini: “I casi  di effetti collaterali gravi sono davvero rarissimi e limitati alle prime somministrazioni, quindi mi sento, assieme al Ministro Speranza, di rassicurare tutti sull’efficacia dei vaccini e di sottoporsi tranquillamente alla seconda somministrazione”.

Sulla questione Alitalia, Draghi ha detto: “Bisognerà creare una società nuova e che parta immediatamente, in modo tale che non perda la stagione estiva”.

Rispondendo ad una domanda di Alessandro Cecchi Paone, Draghi ha anche parlato di digitalizzazione ed in particolare della banda larga: “Bisogna riacquistare il gusto del futuro. Non avere a disposizione i meccanismi di base è indubbiamente una grossa frustrazione. La Didattica a Distanza è meglio di niente. Migliorare questi servizi è una delle missioni più importanti che ha questo Governo. Dobbiamo digitalizzare tutta la Pubblica Amministrazione, tutto il lavoro progettuale”.