Dramma sul litorale: telefona alla ragazza, poi si toglie la vita a 34 anni

Dramma sul litorale: telefona alla ragazza, poi si toglie la vita a 34 anni

Il corpo privo di vita dell’uomo è stato poi recuperato dai soccorritori dopo diverse ore di ricerche


NETTUNO – Ha chiamato al telefono la alla sua ragazza annunciandole il suicidio. Poi si è spogliato degli abiti che indossava e si è gettato dagli scogli nel mare mosso di Nettuno. Un gesto estremo finito in tragedia, con il corpo privo di vita dell’uomo poi recuperato dai soccorritori dopo diverse ore di ricerche.

La tragedia si è consumata nella giornata di martedì 6 aprile su una spiaggia libera del Comune del litorale laziale. Ricevuta la chiamata la ragazza del 34enne ha quindi allertato i soccorritori. Arrivati sul tratto di mare da cui si accede da viale Padre Mauro Liberati, i soccorritori hanno trovato gli abiti dell’uomo sulla scogliera ed hanno cominiciato le ricerche in mare.

Una corsa contro il tempo quella attuata dagli uomini della Capitanaria di Porto di Anzio, assieme ai carabinieri della locale stazione, la polizia ed i sommozzatori dei vigili del fuoco. A rendere complicate le operazioni il mare mosso.

Le speranze di ritrovarlo in vita sono terminate poco prima delle 20:00 quando i sommozzatori dei pompieri hanno individuato e recuperato il corpo privo di vita dell’uomo in mare. Nato in Marocco, residente a Nettuno, la salma del 34enne è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

FONTE: ROMATODAY.IT