Era il braccio destro di un clan camorristico del napoletano, preso noto narcotrafficante

Era il braccio destro di un clan camorristico del napoletano, preso noto narcotrafficante

L’uomo era irreperibile. Dovrà scontare oltre 29 anni di carcere


MILANO – Antonino Calì, noto narcotrafficante vicino ad organizzazioni di stampo mafioso, è stato arrestato a Milano. Lo ha reso noto la Polizia di Stato.

Calì, ricercato in quanto destinatario di un provvedimento definitivo di carcerazione per 29 anni e 8 mesi di reclusione, si era reso irreperibile il 3 ottobre 2018 a Roma, quando era evaso dopo aver ottenuto gli arresti domiciliari manomettendo il braccialetto elettronico che portava addosso.
Localizzato in Spagna, a Valencia, è stato arrestato dopo essere tornato a Milano, sua città natale, dagli uomini della Squadra Mobile che lo hanno trovato in un appartamento in affitto in via Paolo Frisi.
Il latitante arrestato deve rispondere di associazione a delinquere, traffico e spaccio, in particolare in connessione con il clan camorristico dei ‘Pagnozzi’, che ha la sua roccaforte in provincia di Napoli. (ANSA).