Giugliano, aggiornamento Covid-19: più di 650 gli attuali positivi, 58 casi in meno rispetto alla scorsa settimana

Giugliano, aggiornamento Covid-19: più di 650 gli attuali positivi, 58 casi in meno rispetto alla scorsa settimana

Le parole del sindaco: “Serve responsabilità e collaborazione altrimenti si rischia di disperdere tutti i sacrifici fatti fino ad oggi”. All’interno tutti i numeri del bollettino


GIUGLIANO – Il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi ha pubblicato gli aggiornamenti circa la situazione Covid nel comune campano, che vede attualmente 662 positivi.
Di seguito parole del sindaco Pirozzi in un post pubblicato sul suo profilo Facebook ufficiale:
AGGIORNAMENTO COVID-19
ATTUALI POSITIVI 662, 58 CASI IN MENO RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA. PURTROPPO CONTIAMO 5 DECEDUTI
Il bollettino settimanale conta 662 contagiati attivi a Giugliano. Cresce il numero dei guariti, 374 in 7 giorni, ma il vero problema restano i nuovi contagi: ben 321. E con la decisione del Governo sulle nuove aperture il rischio di una nuova impennata è concreto verificato anche l’atteggiamento di molti cittadini che non sopportano più le restrizioni comunque in vigore in questo periodo.
Come spesso ripeto, ogni soluzione adottata è un provvedimento tampone per cercare di arginare la crescita dei contagi ma l’unica vera soluzione alla pandemia restano i vaccini. Ecco perché fino a quando non avremo “coperto” con la somministrazione delle fiale tutta la popolazione, è opportuno seguire le norme anticontagio e le restrizioni perché la situazione può degenerare da un momento all’altro.
I controlli non bastano di fronte a tantissime persone in giro, e solo in parte per giusti motivi. Anche le forze dell’ordine operano in emergenza e com’è logico immaginare non è possibile controllare tutti i cittadini in strada verificato che i compiti affidati a Polizia, carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale sono molteplici e complicati. Per arginare i contagi serve responsabilità e collaborazione dei cittadini altrimenti si rischia di disperdere tutti i sacrifici fatti fino ad oggi. Ognuno cerca di svolgere in questa situazione di emergenza il proprio dovere; ognuno è chiamato a fare la parte di competenza. Cittadini inclusi. Non mi stancherò mai di ripeterlo.