Il progetto: “Da Chiaiano a Licola, una nuova metro per l’area Nord di Napoli”

Il progetto: “Da Chiaiano a Licola, una nuova metro per l’area Nord di Napoli”

“Seguo molto da vicino le questioni di Napoli, il turismo ha bisogno di una strategia di ampio respiro”, dice il presidente della Commissione Trasporti Camera dei Deputati


NAPOLI/GIUGLIANO – Da Chiaiano a Licola, una nuova metropolitana per l’area Nord di Napoli. «Un progetto che merita una grande attenzione. Anche a Genova si sta pensando ad un prolungamento simile per una tratta che vada a collegare il centro con aree molto popolose», Raffaella Paita (presidente della Commissione Trasporti Camera dei Deputati) ha commentato così il progetto che prevede un collegamento tra la stazione della metropolitana napoletana di Chiaiano e la stazione di Licola della Circumflegrea, utilizzando un tratto della vecchia ferrovia in disuso dell’Alifana, il solco dell’alveo dei Camaldoli e parte della costa del litorale Giuglianese tra la pineta e la fascia seminativa. La presiedente della Commissione Trasporti si è detta «disponibile a lavorarci assieme» per arrivare ad un progetto che si possa realizzare quanto prima. «Cominciamo a parlarne – ha continuato l’onorevole Paita – facciamo nascere un ragionamento molto serio sulla città, per poi interessare un territorio più vasto. Seguo molto da vicino le questioni di Napoli, il turismo ha bisogno di una strategia di ampio respiro». L’occasione del dibattito è stata offerta dall’ultimo incontro della Primavera delle Idee, organizzato dalla coordinatrice provinciale di italia Viva Barbara Preziosi. «Questo progetto coniuga la visione ambientale ad una visione turistica intelligente, il partito a livello nazionale non potrà fare altro che sostenere queste proposte».

Il piano

Il progetto di una mobilità nuova per l’area Nord di Napoli, è bene sottolinearlo, nasce dal confronto e dal lavoro svolto con i comitati cittadini di Italia Viva. «L’idea è quella di sviluppare un percorso dal litorale di Licola – spiega la coordinatrice provinciale Barbara Preziosi – attraverso i territori di Giugliano, Qualiano, Villaricca, Calvizzano, Marano e Mugnano. Un’infrastruttura strategica per consentire un collegamento con zone che assumeranno funzioni importanti su scala territoriale, come quelle dell’Asi e della fascia litorale di Giugliano». Si punta a collegare la fascia litorale con le altre aree metropolitane. Nel dettaglio, il nuovo collegamento ferroviario, potrebbe pretendere una biforcazione all’altezza della località Zaccaria, indirizzandosi verso Lago Patria e Varcaturo, collegando così le attività balneari e garantendo un forte impulso al progetto di riqualificazione del Litorale Domizio. Ma anche realizzando un maggior collegamento con la stazione di Licola della Circumflegrea.

FONTE: CORRIERE.IT