Impianto di rifiuti a Giugliano, Onofaro: “Si faccia a Taverna del Re. Qui abbiamo bisogno di bonifiche”

Impianto di rifiuti a Giugliano, Onofaro: “Si faccia a Taverna del Re. Qui abbiamo bisogno di bonifiche”

Il Presidente del consiglio comunale di Qualiano attacca il governatore De Luca: “In questa zona solo rifiuti, rom e discariche a cielo aperto”


QUALIANO – La notizia dell’avvio dei lavori nella ex centrale Turbogas di Ponte Riccio per la costruzione di un impianto rifiuti che servirà a spacchettare e caratterizzare le ecoballe di Taverna del Re, tiene banco anche a Qualiano. Dopo la contrarietà palesata dal sindaco Raffaele De Leonardis, ad intervenire sulla questione è Salvatore Onofaro, presidente del consiglio comunale che, stamattina si è recato sul posto per verificare di persona la situazione nella zona.

Una zona dove – grazie a De Luca – esistono già altri impianti, campi rom, discariche a cielo aperto e prostitute dovrebbe essere solo bonificata e non arricchita di altre opere per il trattamento dei rifiuti . Inoltre, mi chiedo, se l’area dove sono partiti i lavori sia stata bonificata e se si, dove sono i risultati della bonifica?”, dichiara il Presidente del consiglio comunale di Qualiano.

A De Luca che in mattinata aveva detto alle amministrazioni di non fare scemenze e di proporre alternative, Onofaro risponde: “L’alternativa è logica. Fare l’impianto direttamente a Taverna del Re. Non si comprende come si possa pensare di costruire un impianto per le ecoballe a 300 metri in linea d’aria da Taverna del Re ma distante 10km stradali, percorribili su un unico tragitto che tocca anche il comune di Qualiano“.

CLICCA QUI PER GUARDARE L’INTERVISTA