Lutto in provincia di Napoli per la morte di Giuseppe: l’annuncio del sindaco

Lutto in provincia di Napoli per la morte di Giuseppe: l’annuncio del sindaco

“Dopo un lungo periodo di agonia trascorso in ricovero ospedaliero, è arrivata la notizia che non avremmo mai voluto apprendere”, ha scritto il primo cittadino


SANT’ANTONIO ABATE – Dolore in provincia di Napoli per la morte di Giuseppe Coppola. A dare l’annuncio del decesso, dello storico macellaio della zona, è stato il sindaco Ilaria Abagnale.

Il primo cittadino in un lungo post su Facebook ha scritto: “Settimane sono trascorse nella preghiera, nella speranza che nel continuo susseguirsi dell’aggiornamento dei referti saremmo riusciti ad intercettare un miglioramento del suo stato di salute. Purtroppo, dopo un lungo periodo di agonia trascorso in ricovero ospedaliero, è arrivata la notizia che non avremmo mai voluto apprendere: Giuseppe Coppola, 58enne abatese, lascia la sua famiglia ed i suoi amici nello sgomento e nel dolore.

Sant’Antonio Abate perde un grande lavoratore, un amico di tutti, un amante della vita ed un suo curioso avventuriero.
Titolare della “Macelleria Giuseppe Coppola” sita in via Casa Aniello, ha sempre accolto ogni suo cliente con il sorriso, scambiando con ognuno di essi piacevoli chiacchierate durante l’attesa e soddisfacendo ogni loro desiderio d’acquisto. È stato, per molti, un leale confidente ed un forte motivatore. Nonostante sia passato più di un anno dal momento in cui abbiamo dovuto mettere in discussione la nostra vita per superare quest’emergenza, apprendere notizie che trascinano sofferenza ci addolora ogni volta come se fosse la prima. Soprattutto, se parliamo di un uomo che ha vissuto la sua vita fra la gente e che in un’improvvisa solitudine si è sentito lentamente portar via da un virus dal quale nonostante fosse guarito, ha lasciato nel suo petto pesi come macerie. Oggi abbiamo perso un pezzo di storia, uno dei simboli più vividi del nostro territorio, per il bene di cui era circondato e per la stima ed il rispetto di cui godeva da tutti coloro che lo hanno conosciuto.
Giuseppe si è arreso a quello che la sua famiglia ricorda come “il suo giorno preferito”, alla mattinata di sole primaverile che più attendeva per tutto l’anno. Desideriamo ricordarlo in un quadro sereno, con il suo caratteristico sorriso stampato sul volto, intento nell’organizzazione della sua pasquetta di condivisione. L’Amministrazione Comunale esprime così il più sentito cordoglio alla famiglia colpita dal triste lutto. Che Dio ti abbia in Gloria, caro Giuseppe. Ti abbiamo voluto bene.”