Napoli, domani protesta ristoratori e operatori turismo: ci sarà anche lo chef stellato Iaccarino

Napoli, domani protesta ristoratori e operatori turismo: ci sarà anche lo chef stellato Iaccarino

“Molte famiglie sono in difficoltà ed è ora di tornare, in sicurezza, a lavorare”


SORRENTO – Ci sarà anche lo chef Alfonso Iaccarino, patron del due stelle Michelin di Sant’Agata sui due Golfi ‘Don Alfonso 1890’, che ricopre anche la carica di assessore al Turismo e lo stesso sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, domani in piazza alle 10, in piazza Tasso, a fianco dei lavoratori del turismo che manifesteranno per denunciare il grave stato di sofferenza provocato dalla chiusure per la pandemia. Assieme a loro anche lo chef e patron del ristorante stellato “Il Buco di Sorrento”.

E se Peppe Aversa, patron del ‘Buco’ sottolinea che “in questo momento dobbiamo essere tutti uniti”. Sorrento vuole e deve ripartire” , Alfonso Iaccarino ci tiene a precisare “sono con tutti i lavoratori, in questa protesta siamo uniti noi responsabili di attività con collaboratori. Serve una vaccinazione a tutta la famiglia dell’ospitalità per la sicurezza degli ospiti, per la sicurezza di chi ci lavora. Noi siamo disponibili a farci carico della parte organizzativa delle vaccinazioni per tornare tutti a lavorare. Molte famiglie sono in difficoltà ed è ora di tornare, in sicurezza, a lavorare”.

La protesta vede contemporaneamente i lavoratori della filiera del turismo scendere nelle piazze di Sorrento, Capri, Amalfi e Ischia . A Sorrento saranno oltre 200 le persone tra alberghieri, tassisti, Ncc, lavoratori di bar e ristoranti ma anche dello spettacolo e di tutte le categorie che ruotano intorno all’indotto turistico. “Siamo stanchi di essere invisibili ed ignorati – spiegano i portavoce delle associazioni coinvolte nella protesta – vogliamo lavorare con dignità, diritti e in sicurezza. Saremo presenti a Sorrento in piazza Tasso, ad Amalfi in piazza Duomo, a Capri in piazza Umberto I e ad Ischia, presso il piazzale Giovanni Paolo II (Soccorso) di Forio per chiedere sostegni concreti”.