Napoli, Mario muore a 25 anni: era amico di Vincenzo, l’attivista di Parete ucciso

Napoli, Mario muore a 25 anni: era amico di Vincenzo, l’attivista di Parete ucciso

“Nelle nostre menti il ricordo di un ragazzo dinamico, solare e gioioso. Nei nostri cuori invece l’insegnamento più prezioso che egli ci lascia oggi in eredità”


NAPOLI – Lutto a Napoli per la morte di Mario Vincitore. Il 25enne, molto noto nella comunità LGBT, era molto amico di Vincenzo Ruggiero, l’attivista di Parete, che fu tragicamente ucciso ed il cui corpo fu trovato successivamente, fatto a pezzi e nascosto. Vincitore è deceduto tragicamente stroncato, da quanto si apprende, in breve tempo da una malattia fulminante. Questo il post della pagina Facebook “Io mi chiamo Vincenzo”, che lo ha ricordato così:

“Ciao Angelo bello, è da un po’ che non ti scrivo. Come va la vita lassù?! Qui si va avanti a stenti da quando non ci sei più. Hai saputo?! Il tuo amico Mario Vincitore ti sta raggiungendo, mi raccomando fate i bravi lassù e vegliate sempre sui vostri genitori che non si danno pace per la vostra prematura scomparsa!
Sarà difficile questa vita senza di voi!  ”.

I messaggi di cordoglio per Mario sono tantissimi, sui social. Questo il ricordo di un’altra pagina “Driver City”:

“A nome della comunità friendly salernitana, si unisce al dolore della famiglia Vincitore e della comunità LGBT napoletana tutta, per la prematura scomparsa del caro amico Mario. Nelle nostre menti il ricordo di un ragazzo dinamico, solare e gioioso. Nei nostri cuori invece l’insegnamento più prezioso che egli ci lascia oggi in eredità: il tempo speso con gli amici e per gli amici, vivendo sempre il divertimento a pieno e in maniera sana!
Buon viaggio Mario!  In paradiso avevano bisogno del tuo sorriso!
Ora danza libero tra le anime dei giusti!!!” .

Tantissimi i ricordi anche da parte di amici e conoscenti.

LEGGI ANCHE:

Omicidio Ruggiero, mercoledì il Processo a Guarente: chiesto sconto di pena