Napoli, soldi per informazioni sulle indagini: in manette Poliziotti ‘infedeli’ della squadra mobile

Napoli, soldi per informazioni sulle indagini: in manette Poliziotti ‘infedeli’ della squadra mobile

É stato contestato, inoltre, un accesso abusivo ai sistemi informatici e una relazione di servizio non veritiera redatta dai due appartenenti su fatti in cui erano stati coinvolti


NAPOLI – Questa mattina, su delega della Procura della Repubblica – D.D.A.- presso il Tribunale di Napoli, la Squadra Mobile ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della  misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal  G.I.P. presso il Tribunale di Napoli nei confronti di Gianluca RUSSO e Luca VILEI, di 47 e 46 anni, appartenenti della Polizia di Stato già in servizio presso la Squadra Mobile,  e di  Vincenzo PALUMBO, imprenditore 47enne con precedenti di polizia.
É stato contestato che – avendo appreso nel febbraio scorso di un’indagine sui tre odierni arrestati – VILEI avrebbe fornito queste informazioni agli altri dietro corrispettivo di 2000 euro che probabilmente sarebbero stati consegnati ad altri due colleghi, indagati nel medesimo procedimento per aver fornito l’iniziale delazione.
É stato contestato, inoltre, un accesso abusivo ai sistemi informatici effettuato da VILEI su richiesta di RUSSO (a sua volta spinto da PALUMBO) e una relazione di servizio non veritiera redatta dai due appartenenti su fatti in cui erano stati coinvolti.