Non si ferma all’Alt, prende un’ascia e minaccia i carabinieri: uno gli spara e lo uccide

Non si ferma all’Alt, prende un’ascia e minaccia i carabinieri: uno gli spara e lo uccide

I militari erano risaliti all’abitazione dell’uomo, che non aveva accostato con l’auto


TRENTO – Ancora una tragedia in Italia dettata dalla follia. Un 44enne di Ala (Trento) è morto dopo essere stato colpito da un proiettile esploso dall’arma di ordinanza di un carabiniere. L’uomo, pregiudicato, non si sarebbe fermato all’alt dei militari durante un controllo stradale. I carabinieri sono riusciti a risalire alla sua abitazione: l’uomo li avrebbe accolti impugnando un’accetta e poi si sarebbe scagliato contro i militari. In questo frangente uno dei carabinieri ha esploso un colpo che l’ha ucciso.

I fatti sono accaduti intorno alle 18 di questo pomeriggio. Matteo Tenni, questo il nome dell’uomo, viveva in casa con la madre 80enne.