Nuove imprese con fondi pubblici, come partecipare a Resto al Sud

Nuove imprese con fondi pubblici, come partecipare a Resto al Sud

Ancora disponibile un fondo da un miliardo e 250 milioni di euro


Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria). È rivolto a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 55 anni. I fondi disponibili ammontano a 1 miliardo e 250 milioni di euro.

Con l’auspicabile accelerazione della campagna vaccinale, il paese Italia è chiamato ad una ripartenza faticosa ma necessaria a rialzare le sorti dell’economia nazionale. Il periodo di stop ha creato enormi difficoltà ma è anche servito a tanti per riprogettare il proprio futuro. Dare forma ai sogni è però costoso, la possibilità di accedere a finanziamenti pubblici che comprendano una consistente parte di fondo perduto superiore al 50% diventa perciò fondamentale, e oggi Resto al Sud appare la migliore opportunità in tal senso.

Per accedere ai fondi, oltre ai requisiti anagrafici e geografici, è necessario non essere già titolare d’impresa o assunto con contratto a tempo indeterminato.

Tante le attività realizzabili, il bando comprende una vasta gamma che va dal turismo ai servizi alle imprese e alle persone, dalla produzione di beni alle iniziative da libero professionista. Sarà perciò possibile investire nell’apertura di bar, ristoranti, pizzerie, centri estetici, saloni per parrucchieri, studi professionali, bed&breakfast e tanto altro ancora, per un importo richiedibile fino a 240mila euro.

Resto al Sud è già in piena attività, è stato infatti già investito quasi mezzo miliardo e nel fondo resta disponibile ancora 1 miliardo e 250 milioni. Nel corso di questi anni sono centinaia i giovani che hanno potuto accedere ai diversi fondi disponibili grazie alla consulenza dello Studio Guarino. oggi attivo soprattutto con Resto al Sud che si conferma il bando più appetibile e performante.

Per prendere contatti con i professionisti dello Studio Guarino e richiedere ogni tipo di informazione basta inviare una e-mail all’indirizzo guarinof.studio@gmail.com o chiamare lo 08119715528.